Skip to content

Come Scegliere Conto Corrente per i Giovani

Nella scelta di un conto corrente, occorre sempre valutare in maniera attenta l’utilizzo che si intende farne, cioè il profilo di operatività bancaria e rapportarlo con i costi delle diverse opzioni. Vediamo quali sono le operazioni che non possono non essere incluse in un conto corrente per giovani e le opportunità proposte dal mercato.

Fino a qualche anno fa il mercato dei conti correnti per i giovani era più variegato di quello attuale e molto spesso si trattava di prodotti che affiancavano ai servizi bancari una serie di convenzioni eterogenee: con Tour operator, Librerie, sconti per l’acquisto di un ciclomotore o della prima automobile, in qualche caso assieme al conto corrente veniva stipulata un’assicurazione contro gli infortuni.

Oggi i consumatori sono meno attirati da questi servizi aggiuntivi e, con l’affacciarsi dei conti a zero spese, sono sempre più alla ricerca di un prodotto a costi abbattuti. Un indicatore utile per scegliere il conto corrente più conveniente è l’ISC (Indicatore Sintetico di Costo) che calcola, per ogni profilo di utilizzo, il costo del conto, quella dei Giovani è proprio una delle fasce considerate, quindi questo indicatore, che deve obbligatoriamente essere presente all’interno dei fogli informativi della banca, può essere molto utile nella scelta.

In un conto dedicato ai Giovani è opportuno siano compresi, gratuiti ed illimitati i prelievi effettuati presso tutti gli sportelli Bancomat d’Europa, nonchè tutte le operazioni svolte online. Meno importanti ovviamente quelle presso le filiali, che si presume i ragazzi utilizzino meno.

Tra i conti che prevedono queste caratteristiche, oltre ad accollarsi, se dovuta, l’imposta di bollo vi sono:
Conto corrente arancio. Prevede un ISC pari a zero per ogni profilo di operatività, include Bancomat con prelievi illimitati, Carta di Credito Visa Oro e operazioni illimitate. Sono a pagamento solo i bollettini postali e il Bollo auto.
Conto corrente CheBanca. Propone un conto a zero spese per operazioni via internet, si pagano solo quelle in filiale. Inoltre Che Banca non prevede nessun tipo di commissione per i prelievi bancomat da tutto il mondo. Con un canone annuo di 24 euro sarà invece possibile scegliere se operare online, in filiale o tramite telefono.

Molto interessante.