Skip to content

Conto Deposito Libero o Conto Deposito Vincolato – Come Scegliere Quello Giusto

Parlando di conto deposito è piuttosto facile che si sbagli ad interpretare il tipo di investimento. Risulta essere facile che tu possa pensare che si tratta di investimenti a lungo termine e dove rivedrai i tuoi soldi alla fine dell’investimento.

A parte qualche piccola realtà, cerchiamo di sfatare la convinzione che il conto deposito sia un investimento tradizionale.

Attraverso il conto deposito sei tu la figura che decide in che modo investire, per quanto tempo, con o senza limitazioni e anche il tipo di liquidazione degli interessi.

Puoi scegliere se avere dei vincoli oppure no.

Il conto deposito può essere libero o vincolato

Il conto deposito libero può essere considerato quasi un conto corrente dove depositi il tuo capitale e ottiene degli interessi. La differenza con il conto corrente è sostanzialmente legata agli interessi che il conto deposito ti da mentre, ormai, il conto corrente non ti da più. Invece di lasciare i soldi sul conto corrente con il rischio di vederli diminuire per le spese di gestione, li metti sul conto deposito libero e benefici di interessi che possono andare dall’1% fino, addirittura, al 4,40%!
Apri in tutta serenità il conto deposito libero e ti godi gli interessi. Potrai accedere al capitale in ogni momento e chiudere il conto deposito senza dover pagare nulla. Infatti, sia aprire che chiudere un conto deposito è gratis.

Il conto deposito vincolato, come dice la parola stessa, ti mette un limite, ovvero il non poter toccare il capitale fino alla fine dell’investimento. Il vantaggio è il tasso di interesse maggiore che la banca è disposta a darti. Se sei alle prime armi puoi scegliere un conto deposito vincolato ad 1 mese o a 3 mesi e vedere come funziona. Se poi il gioco ti inizia a piacere, potrai scegliere di vincolare anche fino a 36 mesi. Maggiore è la durata del tuo investimento e maggiore sarà il tuo guadagno finale.
Ogni conto deposito ha una sua specifica liquidazione degli interessi. Questa può variare in base alla presenza del vincolo, in base alla durata e anche in base al tipo di banca scelta.
Nel caso di conto deposito libero la liquidazione avviene trimestralmente; ma alcune banche optano ancora per la liquidazione annuale.

Parlando di conto deposito vincolato, il discorso della liquidazione diviene un po’ più articolato.
Esiste la liquidazione posticipata che ti viene data dalla banca a chiusura del vincolo; se hai fatto un deposito di 12 mesi, vedrai il tuo guadagno quando saranno passati i 12 mesi.

Trovi anche la liquidazione anticipata e questa può esserti utile se hai bisogno di contanti sull’immediato. La banca ti liquida gli interessi in contemporanea al tuo deposito. Alcune banche offrono questa possibilità di default, ovvero è la loro unica offerta mentre altre ti offrono la liquidazione anticipata ma ti abbassano gli interessi applicati.

Per finire esiste la liquidazione trimestrale che è generalmente applicata ai conti deposito che hanno una durata pari o superiore ai 9 mesi.