Skip to content

Differenze tra Conto Corrente e Conto Deposito

Negli ultimi anni sono nati moltissimi prodotti bancari che hanno rivoluzionato il mercato del settore dei conti correnti tradizionali, tra gli altri i cosiddetti conti deposito, che consentono di mantenere i risparmi disponibili godendo di un tasso di interesse accettabile, vediamo le caratteristiche di conti correnti e conti deposito.

Conti corrente
Si tratta del prodotto bancario per eccellenza, oggi fortemente modificato dalla rivoluzione operata da Internet. In questo momento i conti correnti servono quasi esclusivamente ad usufruire di una serie di servizi, essendo venuta meno, o quasi, la profittabilità di tenervi grosse somme di denaro.

Gli interessi offerti sono infatti prossimi allo zero per i conti a zero spese e, quando vengono offerti tassi superiori, si tratta di solito di conti per cui si paga un canone mensile. I servizi che si appoggiano su un conto corrente tradizionale sono: l’ emissione di carte di credito, prepagate e bancomat, l’accredito di stipendio e altri emolumenti, la disposizione di pagamenti vari come bonifici, bollette, ricariche telefoniche e pagamento pedaggi autostradali.

Attraverso il conto corrente sarà inoltre possibile ritirare contanti dagli sportelli bancomat ed effettuare versamenti in contante. Da qualche tempo è inoltre attivo un servizio di portabilità del conto, offerto da molte banche, che consente di trasportare la maggior parte delle operazioni pianificate dal vecchio al nuovo conto.

Conti deposito
Sono dei conti dove è possibile trasferire dei fondi per fare in modo che i risparmi vengano remunerati in misura significativa, cosa che, come si è detto, non avviene più con i soli conti correnti. L’apertura e la chiusura di questi prodotti è di solito gratuita, così come lo è la gestione del conto.

Per garantire un interesse superiore a quello base, di solito intorno all’1%, i fondi devono essere vincolati per periodi da 3 mesi ad un anno. Nel caso in cui il denaro debba ritornare nella disponibilità del cliente prima di tale termine alcuni istituti fanno pagare una penale, altri prevedono questa possibilità e ricalcolano semplicemente l’interesse con il tasso base.

Solitamente le operazioni che possono essere effettuate con i conti deposito sono quelle di versamento dei fondi e di prelievo degli stessi ( anche se oggi esistono prodotti evoluti che consentono di collegare il conto deposito ad una carta bancomat.)

I conti deposito con gestione online possono essere monitorati e vi si può operare attraverso la rete in modo da verificare gli interessi maturati e i movimenti attivi sul conto.

Conti correnti e deposito sono quindi prodotti diversi, pensati per soddisfare esigenze differenti del cliente: i primi fanno fronte alla normale operatività bancaria, i secondi consentono di remunerare, con un investimento a bassissimo rischio, i capitali di cui non si ha immediata necessità.