Skip to content

Errori da non Fare sui Social Media per Trovare Lavoro

Per chi è abituato a navigare, la rete rappresenta due diversi mondi, quello del divertimento, dell’intrattenimento e della socialità tra amici e quello professionale, di scambio e reperimento informazioni e infine di strumento per la ricerca di lavoro.

Talvolta queste due dimensioni possono entrare in conflitto vista l’accertata propensione dei selezionatori a consultare i social network dei candidati per raccoglierne maggiori dettagli ai fini dell’assunzione.

Per questo, se siete alla ricerca di lavoro, ecco quali sono gli errori da evitare.
Lasciare la pagina del profilo aperta ai contributi degli estranei
Risulta esserepreferibile, almeno per il periodo in cui si sta cercando lavoro, monitorare con attenzione i propri presidi personali sul Web e impostare il profilo come privato. In questo modo avrete la certezza che le vostre informazioni personali siano visibili alla sola cerchia di amici stretti, quelli che avete scelto voi, e non per esempio ai datori di lavoro.

Differenziare i profili
Risulta essere sempre più difficile su siti come Facebook usare nomi e identità diverse da quelle reali. Ma, se volete aumentare la libertà dei vostri interventi sul Web senza che questo infici la vostra ricerca di lavoro, usate dove possibile un nome diverso, una sorta di avatar per le pagine legate alla sfera privata; se non è possibile, abbracciate l’ipotesi di disattivare momentaneamente il vostro profilo o di interrompere la pubblicazione di informazioni che sono poco professionali.

Visualizzazione delle foto
La stessa attenzione va messa nella possibilità di visualizzare le vostro foto. In linea di massima, dovreste fare in modo che il vostro datore di lavoro non vi possa vedere brindare a tutte le feste o dimenarvi sulla pista da ballo.

Permettere agli amici di postare sul vostro profilo
In qualche modo, anche commenti postati da altri nella vostra bacheca potrebbero essere visionati e giudicati da un selezionatore; non lasciate nulla al caso e se non avete la certezza di poter monitorare con attenzione chi e che cosa viene postato nei vostri profili, allora chiudete i vostri profili ai commenti degli estranei.

Evitare aggiornamenti di stato sulle vostre abitudini al lavoro
Scrivere un tweet ai vostri amici per ridere del vostro ennesimo ritardo al lavoro non è una buona idea. Evitate con attenzione mentre siete alla ricerca di un lavoro di aggiornare i vostri social network con informazioni che possano mettere in cattiva luce la vostra condotta al lavoro.